La mia prima esperienza sessuale è stata terribile. Con un gruppo di amici siamo andati a fare il famoso puttan-tour e abbiamo trovato due ragazze moldave abbastanza carine. Devo dire che è stata una pessima idea: il fare frettoloso, l’ambiente sporco e male odorante, la freddezza della situazione erano insopportabili. Ma quello che mi ha fatto più male erano state le sue continue esortazioni perché io venissi. Questa esperienza mi aveva spaventato e umiliato. Da quel momento in poi non sono mai più riuscito ad avere un rapporto sessuale normale. Appena mi avvicinavo ad una ragazza, anche solo per un bacio, raggiungevo immediatamente l’orgasmo. Allora, per non fare altre brutte figure con le ragazze, ho riprovato ad avere rapporti con le prostitute, sperando di avere una minor tensione sessuale. Scelsi la prostituta più brutta e anche grassottella, ma la situazione non cambiò affatto ed ebbi un altro insuccesso. Ho provato anche ad ubriacarmi e a masturbarmi prima dell’incontro, ma anche così non ho mai risolto nulla. Allora ho pensato di fare la cosa opposta: corteggiare una ragazza attraente, un tipo adatto a me, in una maniera molto casta. Fu ancora peggio: al primo bacio ho raggiunto l’orgasmo, la vota successiva addirittura venni appena la incontrai. Insomma, sempre la stessa vecchia storia. Un senso di inferiorità mi ha spinto allora ad andare solo più a prostitute, almeno evito brutte figure. Ho provato anche a farmi visitare dai medici per vedere se il mio fosse un problema fisico: cistoscopia, massaggi prostatici, iniezioni di testosterone, ma niente… Ora sono sicuro che sia una questione di testa, mi hanno consigliato uno psicologo e mi chiedo: ma allora sono pazzo? E’ curabile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *