L’importanza delle Emozioni: Correlazioni tra Emotività e Salute

Gioia. Entusiasmo. Orgoglio. Felicità. Gratitudine. Interesse. Soddisfazione. Soggezione. Serenità. Divertimento.
Sperimentare una qualsiasi di queste emozioni porterebbe la maggior parte delle persone a sentirsi come se avessero avuto una buona giornata. Sperimentare tante di queste emozioni in un unico giorno sarebbe fantastico e per diversi motivi: un crescente numero di ricerche ha dimostrato che la percezione di sperimentare una vasta gamma di emozioni in un solo giorno è legata alla salute e al benessere.

Due anni fa, ricercatori provenienti da Francia, Spagna, Stati Uniti e Inghilterra hanno esaminato attentamente questo argomento. Nel loro studio iniziale, hanno analizzato più di 35.000 partecipanti provenienti dalla Francia per scoprire quanto spesso hanno sperimentato 20 emozioni distinte – 10 emozioni positive e 10 emozioni negative – e poi valutato se i partecipanti hanno mostrato segni di depressione.

Hanno rilevato che i partecipanti con una maggiore emodiversità – cioè coloro che hanno sperimentato un’ampia gamma di emozioni – avevano meno probabilità di provare sintomi di depressione. Questi risultati sono riscontrabili prendendo in considerazione sia solamente emozioni positive, che solamente emozioni negative che tutte le emozioni combinate.

In un secondo studio, i ricercatori hanno cercato di scoprire se l’emodiversità fosse anche connessa alla salute fisica. Hanno esaminato 10.000 adulti belgi per scoprire la gamma di emozioni che hanno sperimentato ogni giorno e hanno poi connesso i dati con le informazioni sulla loro salute ottenute dal servizio di assicurazione sanitaria belga: ad esempio quanto spesso i partecipanti hanno visitato il medico, quanto spesso sono andati in ospedale e quanti farmaci si sono fatti prescrivere. Hanno anche intervistato i partecipanti in merito alla loro alimentazione, l’esercizio fisico e il consumo di sigarette.

I ricercatori hanno scoperto che sperimentare una diversità di emozioni è un forte predittore della salute. Le persone che hanno sperimentato una varietà di emozioni positive o negative hanno visitato meno frequentemente il medico, hanno trascorso meno tempo in ospedale e hanno richiesto meno farmaci.

Anthony Ong, professore di sviluppo umano presso il Bronfenbrenner Center for Translational Research, ha utilizzato un nuovo approccio analitico per collegare l’emodiversità con i biomarcatori per le infiammazioni corpree.

Ong ha seguito 175 persone, di età compresa tra 40 e 65 anni, che hanno riportato le proprie emozioni in un sondaggio quotidiano per 30 giorni. Alla fine di ogni giorno, i partecipanti registravano quante emozioni positive o negative avevano sperimentato tra le 32 proposte (ad esempio interesse, eccitazione, ispirazione, paura, turbamento, sofferenza, vergogna e calma).

Sei mesi dopo, i partecipanti si sono sottoposti ad esami del sangue per tre indicatori di infiammazione. Lo studio si è concentrato sull’infiammazione, perché può essere misurata non invasivamente attraverso gli esami del sangue, ed è legata ad una vasta gamma di problemi di salute, tra cui malattie cardiache, diabete, problemi ossei ed alle articolazioni.

Lo studio ha rilevato che i partecipanti che hanno sperimentato un’ampia gamma di emozioni positive hanno avuto livelli inferiori di infiammazione rispetto a quelli che hanno sperimentato meno emozioni positive. La gamma di emozioni negative dei partecipanti, indipendentemente dal fatto che sia grande o piccola, non ha avuto alcun effetto sull’infiammazione.

Le emozioni viste agli infrarossi

“Che cosa sappiamo del benessere umano? La risposta è sorprendentemente poco, rispetto a quello che si sa rispetto alla malattia umana”, ha detto Ong. “Ma la ricerca ha mostrato che quando le nostre emozioni positive sono ampiamente esperite, aumenta il nostro grado di resilienza.

“Il contributo principale di questo lavoro è la dimostrazione che ci sono molti tipi di felicità e che vivere un’abbondanza di diverse tipologie di emozioni positive nella vita quotidiana può essere utile per la salute”, ha proseguito.

“C’è un modo semplice per mettere tutto ciò in pratica nella vita quotidiana: nota quando stai vivendo un’emozione positiva e tieni a mente il momento. Quando riconosci ed etichetti un’emozione positiva, ti aiuterà a sperimentare emozioni positive molteplici per tutto il resto della giornata “, ha detto. “E questo, a sua volta, potrebbe migliorare la tua salute”.

E’ importante essere consapevoli dei propri sentimenti e potrebbe portare a significativi miglioramenti per la salute e per il benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *